7 aprile 2020: Giornata Mondiale della Salute

WHO-2020YONM_Macros1_v6_20191219In un momento storico cosi delicato per la salute di tutta la popolazione mondiale causata dal virus del Coronavirus, il 7 aprile 2020 si celebra la Giornata Mondiale della Salute.

L’evento ha lo scopo di ricordare la nascita dell’Oms (Organizzazione mondiale della sanità), avvenuta nel 1948 ma anche di sensibilizzare e promuovere al livello globale degli argomenti cruciali riguardanti la salute pubblica.

Nei decenni sono stati lanciati dei programmi a lungo termine volti a migliorare le condizioni di salute di tutto l’emisfero, senza distinzione di razza, colore o ceto sociale. La salute è un diritto di tutti e pertanto deve essere tutelata.

Nel 2019, il tema centrale trattato durante la Giornata Mondiale della Salute era la copertura sanitaria universale. L’argomento, molto controverso, rappresenta anche uno degli obiettivi da raggiungere nel 2030. Lo scopo è quello di poter garantire, entro il prossimo decennio, un’assistenza sanitaria di qualità anche a quelle persone che, per disagi economici, sono costrette a dover scegliere tra cure costose e spese quotidiane (casa, tasse e beni di prima necessità, come cibo e vestiario).

La salute è un diritto che viene tutelato dalla Costituzione Italiana (articolo 32, per l’esattezza). Il Servizio Sanitario Nazionale (o SSN) si fonda su tre principi fondamentali:

Universalità. Le prestazioni sanitarie devono essere distribuite a tutti, con servizi erogati dalle Aziende Sanitarie Locali, da quelle ospedaliere e da quelle convenzionate, al fine di restituire la perfetta salute fisica e psichica dei pazienti in difficoltà.

Uguaglianza. L’accesso alle cure non deve prevedere alcuna distinzione sociale, economica ed individuale.

Equità. I servizi sanitari vanno erogati allo stesso modo a tutti, garantendo la massima qualità ed efficienza, nonché una comunicazione trasparente da parte del personale sanitario, medico ed infermieristico.

Riprendendo gli obiettivi discussi nel 2019, il 2020 è stato designato dall’Assemblea mondiale della sanità come l’Anno dell’Infermiera e dell’Ostetrica.

L’Oms interverrà il 7 aprile pubblicando un rapporto completo sulla situazione attuale dell’infermieristica mondiale, impegnandosi tra l’altro nel reperire e stimolare nuovi investimenti per garantire un’ottima formazione degli operatori sanitari e stipendi adeguati alle loro prestazioni.

In occasione della Giornata Mondiale della Salute e vista la situazione delicata che stiamo vivendo AVIS Milano ricorda che donare il sangue è un atto d’amore verso chi soffre, ma anche verso te stesso. Un semplice gesto di solidarietà può salvare la vita a molte persone, specie in condizioni di pronto soccorso, sottoposte ad interventi chirurgici complessi e delicati, in caso di trapianti o per la cura di alcune patologie di tipo oncologico.

Puoi donare il sangue nella sua interezza oppure scegliere di prelevare solo le piastrine o ancora solo il plasma. In quest’ultimo caso, potrai donare più spesso, in quanto il plasma viene prontamente ripristinato dal tuo organismo.

È richiesta la prenotazione tramite l’ufficio Servizio Donatori di AVIS Milano:

Email: servizio.donatori@avismi.it – indicando i propri dati anagrafici e un contatto telefonico, data e località scelta e verrai ricontattato al più presto oppure Telefono: 02/70635020 scelta 1

Autore: Christian Vianello

Immagine: https://www.who.int/news-room/campaigns/year-of-the-nurse-and-the-midwife-2020/get-involved/campaign-materials



About Blogavismi

L' Associazione Volontari Italiani del Sangue è un'associazione apartitica, aconfessionale, senza fini di lucro, nata con lo scopo di promuovere la cultura della solidarietà e del dono del sangue come elemento fondamentale di una società che pone al centro la persona.

No comments yet.

Lascia un commento