Donare durante il Coronavirus

Braccio_DonazioneIl 9 giugno sono andato a donare.

È più di vent’anni che dono, ma oggi è stato diverso. Non sapevo come sarebbe andata.

Prima novità: la mascherina

Abbastanza fastidiosa da indossare e tenere durante tutto lo svolgimento della donazione, ma fattibile, soprattutto pensando che donare il sangue può salvare una vita.

Seconda novità: finalmente è stata rispettata la prenotazione

In questa circostanza me l’aspettavo, ma constatare che all’arrivo non c’è fila, mi ha fatto piacere.

Per il resto, devo dire che ai miei occhi, nulla è cambiato, riscontrando la solita gentilezza e professionalità di sempre.

Qualche accortezza in più, ma tutto nella norma. La procedura è rimasta la stessa.

La cosa che mi ha divertito di più è stato vedere la pallina da stringere per migliorare il flusso sanguigno all’interno di un guanto monouso.

Andate a donare senza paura e incertezze perché a livello sanitario ho trovato una situazione ancora migliore e accurata rispetto a quella di prima e la prenotazione permette di evitare assembramenti e perdite di tempo.

Autore: Christian Vianello



About Blogavismi

L' Associazione Volontari Italiani del Sangue è un'associazione apartitica, aconfessionale, senza fini di lucro, nata con lo scopo di promuovere la cultura della solidarietà e del dono del sangue come elemento fondamentale di una società che pone al centro la persona.
No comments yet.

Lascia un commento