Brevi cenni sui gruppi sanguigni – Terza parte

gruppisangue

 

Il rapporto tra gruppo sanguigno e alimentazione

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle particolarità di ciascun gruppo sanguigno. Questa volta vi presentiamo una carrellata di interessanti curiosità riguardo al rapporto tra gruppi sanguigni e alimentazione, per conoscere più da vicino un tema che da tempo è al centro di consigli di salute e diete piuttosto popolari.

Gruppo 0
Discendono probabilmente dagli antichi predatori, cacciatori carnivori. Hanno succhi gastrici più acidi, hanno necessità di metionine per il fegato, devono bere molta acqua e preferire le carni rosse. Non tollerano bene i prodotti caseari, il glutine, ecc. Devono fare attività fisica quotidiana.

Gruppo A
Gli antenati erano i contadini, dieta prevalentemente a base di vegetali, legumi, cereali. Non tollerano bene i prodotti caseari da latte intero, pochi grassi, piccole quantità di farina di frumento. Attività fisica rilassante.

Gruppo B
Dieta onnivora, equilibrata e varia (no ai frutti di mare). Attività fisica moderata.

Gruppo AB
Gruppo relativamente giovane (meno di mille anni fa) e scarso (2-5%). No ai latticini bovini, limitare le farine di frumento e le carni rosse. Sì al pesce. Attività fisica rilassante e moderatamente impegnativa.

Gruppo 0
Minore capacità di sintetizzare l’enzima lattasi.

Gruppo A
Sintetizzano anticorpi contro lo zucchero primario del latte intero (D-galattosamina) che insieme al fucosio costituisce il gruppo B.

Gruppo B
Non tollerano le lectine contenute nel glutine di frumento, specie in associazione con lenticchie, granoturco, grano saraceno.

Gruppo AB
Tollerano meglio degli altri gruppi le lectine dei pomodori.

Da 20 anni circa è stato introdotto in Italia lo studio di questo complesso settore. C’è da dire che le lectine, abbondanti in diversi alimenti, sono dotate di proprietà agglutinanti, prima nel sangue, poi nei tessuti, creando quel corredo sintomatologico noto come intolleranza alimentare (è una ipotesi). Quando un alimento contiene lectine incompatibili con il tuo gruppo sanguigno, queste potranno interferire con i meccanismi di assimilazione e metabolizzazione digestiva del sistema immunitario (es.: il latte possiede lectine simili all’antigene B).

Per fortuna, il 95% delle lectine non è così pericolosa e viene allontanata senza problemi attraverso il canale digerente. Solo il 5% entra nel torrente circolatorio.

I gruppi sanguigni sono degli oligosaccaridi (zuccheri).

Gruppo 0: solo posizione di supporto catena Fucosio

Gruppo A: Fucosio + N-acetilgalattosamina

Gruppo B: Fucosio + D-galattosamina

Gruppo AB: Fucosio + N-acetilgalattosamina + D-galattosamina

 

Autore: Dott.ssa Elena Fonti



, , , , , ,

No comments yet.

Lascia un Commento