Donare sangue: cosa assolutamente NON mangiare prima e dopo la donazione

BBQ

In genere non bisogna seguire una dieta particolare per donare il sangue, tuttavia una corretta alimentazione è fondamentale per mantenersi in buona salute. Al tempo stesso bisogna tenere a mente che ci sono alcuni alimenti che è bene evitare prima di effettuare la donazione e subito dopo.

Nelle 24 ore precedenti la donazione è necessario assumere tanti liquidi e mangiare cibi con pochi grassi. Si consiglia, quindi, di evitare insaccati, salse pesanti (senape, ketchup e maionese), fritture di qualunque genere, frittate, dolci elaborati e altri cibi pesanti, nonché alcoolici in quantità non congrue.

Bisogna sempre tenere a mente che il giorno della donazione è possibile fare colazione che prevede: succhi di frutta poco o non zuccherati, thè e caffè, biscotti secchi (senza cioccolato o panna), pane semplice, fette biscottate, tutta la frutta tranne banane e fichi (troppo dolci). Sarà importante, per non alterare gli esami eseguiti contestualmente alla donazione, evitare tutti i latticini, dal latte allo yogurt. Si consiglia anche di non assumere alimenti a base di uova.

Dopo essersi sottoposto al prelievo del sangue, il donatore può in genere assumere qualunque tipo di alimento, tenendo però a mente che è consigliabile astenersi da quelli ad alto contenuto di grassi. Tutto ciò che è nutriente ma facilmente digeribile è da preferirsi. Sono consigliati minestre, zuppe, verdura di ogni genere e frutta perché favoriscono il recupero dei liquidi. Sono assolutamente vietati invece gli alcoolici subito dopo la donazione.

Di conseguenza sono da evitare le carni molto grasse, salatini, fritture, uova, le varie tipologie di creme e tutti i dolci lavorati. Al tempo stesso è bene non esagerare e prestare attenzione alla quantità di cibi solidi assunti. Non si tratta soltanto di un accorgimento per non adottare una dieta pesante, ma una vera e propria raccomandazione a livello medico. Infatti, un’alimentazione eccessiva induce l’organismo a richiamare una notevole quantità di sangue verso lo stomaco e l’intero sistema gastroenterico per favorire il processo di digestione; ciò potrebbe causare effetti collaterali come mal di testa, giramenti, senso di mancamento, nausea.

E’ importante invece un’ottimale idratazione, proprio per la perdita di liquidi collegata al prelievo di sangue. Quando si assumono i liquidi bisogna evitare le bevande zuccherate come aranciate, Cola, gazzose e spuma. Inoltre, non bisogna fare un eccessivo uso di caffè e di altre bevande eccitanti ricche di caffeina.

E’ bene ricordare che fumare dopo la donazione è fortemente sconsigliato poiché causa spesso problemi di compensazione cardiocircolatoria, che possono portare ad importanti cali di pressione, fino allo svenimento (lipotimia).

Autore: Christian Vianello – Amministratore del Gruppo “Piccoli Medi Imprenditori Milano”

Immagini BBQ di Jun Seita

Utilizzata da Avis Milano sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)



Comments are closed.