Archive | FAQ RSS feed for this section

Chi può donare?

Chiunque abbia compiuto i 18 anni di età, pesi più di 50 kg e sia in buona salute . Un medico di Avis effettuerà un colloquio, una visita, e gli accertamenti di tipo diagnostico e strumentale per verificare che non vi siano controindicazioni alla donazione. La tutela della salute e della sicurezza sia del donatore che del ricevente […]




Chi non può donare?

Chi soffre di malattie in fase acuta, chi fa uso  di sostanze stupefacenti, chi fa uso eccessivo di bevande alcooliche, chi soffre di patologie cardiovascolari, chi soffre di malattie autoimmuni, epatiche, polmonari, renali o emorragiche, di diabete o di epilessia,  o di qualsiasi altra malattia cronica.                  




Bisogna essere a digiuno per donare sangue?

No anzi, si può fare una colazione leggera a base di frutta fresca o spremute, thè o caffè poco zuccherati, pane non condito, biscotti secchi o altri carboidrati. Da evitare il latte e i suoi derivati.                




La donazione può essere rischiosa per la salute?

Grazie all’accurata selezione,  per un adulto sano la donazione di sangue non comporta alcun rischio. Esistono precise disposizioni che regolano la raccolta del sangue: la quantità del sangue che viene prelevata mediamente ad ogni prelievo  è stabilita per legge in 450 centimetri cubi +/- 10%. Tra una donazione di sangue intero e l’altra devono trascorrere […]




Dopo quanto tempo arrivano i risultati delle analisi per l’idoneità alla donazione?

Normalmente le analisi arrivano con posta tradizionale  al domicilio segnalato, dopo 40 giorni dal prelievo . Solo in casi eccezionale, per ora, se ci fosse necessità di riceverli prima, si può mandare un’email a servizio.donatori@avismi.it, richiedendo l’invio anticipato e motivato, anche per posta elettronica, e segnalando precisamente a quale indirizzo si vorrebbe riceverli.     […]