RUBRICA – 10 motivi del perché potenziali donatori non donano – 5 – Mi dispiace, ma poi sto male

Rubrica 05

Donare il sangue comporta inevitabilmente una riduzione di liquidi e sostanze nel nostro corpo, che vengono ripristinati solitamente nell’arco di 24 ore, tranne i globuli rossi che richiedono per la loro reintegrazione circa 4 o 6 settimane.

Per questo esistono alcuni limiti temporali tra una donazione e l’altra, anche quando si parla di plasma o piastrine.

La donazione del sangue comporta l’estrazione dal nostro corpo di circa 450 ml e, solamente in rarissimi casi, si percepiscono sensazioni di stanchezza e debolezza seguiti da lievi capogiri, ma sono sintomi esclusivamente transitori.

Donare il sangue infatti è concesso solo ad un soggetto nelle condizioni fisiche per poterlo fare, quindi sano, altrimenti verrebbe meno uno dei principali criteri donazionali.

Con il passare degli anni i controlli stanno diventando sempre più scrupolosi a favore in primis del donare, che deve essere tutelato, ma anche del ricevente.  Modulo da compilare, visita medica, esami pre-donazione, verifiche durante la donazione e controllo finale post-donazione, sono procedure mirate a garantire sia il donatore che la buona riuscita della donazione del sangue.

Alcuni candidati reagiscono purtroppo con fastidio ai passaggi burocratici che allungano il processo, anche se di pochi muniti.

In questi casi serve tenere ben presente che la qualità del sangue donato è FONDAMENTALE per il ricevente, che ha già affrontato a numerose difficoltà (terapie, interventi ecc.)

Non desistete!

Donare il sangue è oltretutto un modo per monitorare il proprio stato di salute, oltre ad essere una procedura sicura;  non esiste alcuna controindicazione… una volta passati tutti i controlli!

Clicca qui per leggere il post sul motivo: 1 – Ho paura dell’ago

Clicca qui per leggere il post sul motivo: 2 – Sono troppo impegnato

Clicca qui per leggere il post sul motivo: 3 – Non me l’ha chiesto nessuno

Clicca qui per leggere il post sul motivo: 4 – Ho già donato quest’anno

Autore: AVIS Milano



About Blogavismi

L' Associazione Volontari Italiani del Sangue è un'associazione apartitica, aconfessionale, senza fini di lucro, nata con lo scopo di promuovere la cultura della solidarietà e del dono del sangue come elemento fondamentale di una società che pone al centro la persona.

One Response to RUBRICA – 10 motivi del perché potenziali donatori non donano – 5 – Mi dispiace, ma poi sto male

  1. MAX 18 gennaio 2019 at 22:46 #

    ho donato volentieri per circa 20 anni,in totale 75 volte.Poi per miei problemi mi e’ stato
    consigliato dal medico di base di prendere la cardio aspirina,quindi sono stato esonerato a tempo indeterminato.Consiglio a chi puo’ di donare serenamente perche e’ una bellissima
    azione.

Lascia un commento